RD Roma Blog

Il vulcano più piccolo d’Italia (FC)

PORTICO DI ROMAGNA

Il nome, che sottolinea l’appartenenza alla Romagna che fu anche Toscana fino al 1923 deriva dal romano “porticum” ovvero “luogo di mercato”. Il portico è l’elemento architettonico che caratterizza la parte centrale del paese. In epoca medioevale Portico fu interessato dalle vicende delle famiglie dominanti: i Conti Guidi ed i Visconti di Milano e della repubblica fiorentina in lotta per il dominio dell’Italia centro-settentrionale. Nel 1386 passò definitivamente a Firenze e fu anche la capitale della Romagna – Toscana; rimangono conservati gli antichi statuti del Comune che prescrivevano che il podestà doveva radunare ogni anno il popolo nella data del 24 giugno sotto l’olmo della piazza per la lettura degli stessi: l’olmo è, per l’appunto, il simbolo del comune.

ENGLISH VERSION
Its name comes from the latin “porticum” which means “market place”: the arcade or “portico” is in fact the building placed in the centre of the town, where the market took place. During the Middle Age Portico was involved in the battles carried on by the main families (Guidi and Visconti from Milan and Florence) to rule the north western part of Italy. In 1386 the town was conquered by Florence and it became the chief town of the portion of Romagna ruled by Tuscany; in the archives there are still the documents which prescribed a yearly meeting of the population under an elm tree in the central place of the town, to read the governor orders: the elm is in fact the symbol of the Commune.

La struttura urbanistica medioevale di Portico, costruito su tre piani sovrastanti distinti ma collegati tra loro da caratteristici passaggi e la buona conservazione globale del paese ne fa una località estremamente interessante; la parte alta è costituita dal castello, del quale rimane la poderosa torre, dalla pieve e dal palazzo del podestà : si tratta del “piano” del potere politico, militare e religioso. Il piano intermedio è quello dei portici e dei palazzi nobiliari di alcune potenti famiglie romagnole e toscane che qui avevano la dimora di villeggiatura o il rifugio da lotte sanguinose. Tra questi c’è anche il palazzo Portinari e si narra che proprio a Portico sbocciasse l’amore tra Dante e Beatrice. C’è poi anche il palazzo Traversari, casa natale di Ambrogio, che fu priore generale dei frati camaldolesi e fondamentale figura per lo sviluppo della cultura umanistica del quattrocento fiorentino. Il piano più basso, praticamente costruito sul fiume, è quello dei borghi con le case appartenute ai popolani ed agli artigiani. Si tratta delle antiche case – torri, alte e strette che formavano la cinta muraria sul fiume aperta in corrispondenza del bellissimo Ponte della Maestà che porta alla mulattiera della “Castellina” ancora esistente , verso Premilcuore. Oltre alla chiesa di “Santa Maria in Girone ” ubicata nella zona più alta, c’è, nel piano intermedio, la chiesa della Compagnia o Santuario della ” Madonna del Sangue”. L’immagine venerata è un notevole dipinto su legno attribuito al pittore Lorenzo di Credi. Caratteristiche della zona sono le torri isolate poste ai quattro punti cardinali del paese e che, in origine, avevano la funzione di sorvegliare il castello ma che poi sono diventate “torrette da vigna”, ripostigli per gli attrezzi da lavoro ed anche rondinaie. Lungo la strada provinciale verso Tredozio, in posizione panoramica su Portico e il massiccio del Monte Gemelli c’è, in località “Inferno”, il “vulcano più piccolo d’Italia “: una emanazione di idrocarburi gassosi perennemente accesa e notevolmente suggestiva.

ENGLISH VERSION
Portico has a Middle Age urban structure: it is built on three different floors connected by characteristic passages, and its good preservation makes of it an interesting place. The highest part is made up by the castle (of which only the tower remains), the church and the governor palace: it deals with the floor on which the political, militar and religious power was exercised. In the middle floor there are the palaces of some powerful families of Romagna and Tuscany, who came here to rest or to save themselves from the battles. Among these there is Palazzo Portinari, and the legend tells that Dante felt in love with Beatrice right in Portico. Palazzo Traversari is instead the house where Ambrogio was born: Ambrogio was the general prior of the friars of Camaldoli, and he was a fundamental figure in the Florence Renaissance. The lowest floor was practically built on the river, where the houses of the hadcraftsmen and of the common people were built. It deals with ancient tower-houses which constituted the river wall, from which a beautiful bridge (Ponte della Maestà) leads to a mule track going to Premilcuore. The main churches are “Santa Maria in Girone ” and ” Madonna del Sangue”, containing an interesting picture by Lorenzo di Credi. On the four cardinal points, four towers were built as sentinels, but then they were transformed into storehouses. Along the route to Tredozio there is “the smallest volcan of Italy”: a very suggestive always working hydrocarbide exhalation.

ARTIGIANATO TIPICO ceramiche , impagliatura di sedie.

PRODOTTI TIPICI formaggi, salumi, schiacciata, bracciatelli pasquali, marroni, funghi, tartufo.

MANIFESTAZIONI La manifestazione più importante è la “Sagra dei frutti del sottobosco e dell’artigianato artistico” che si tiene nel secondo fine-settimana di ottobre. Si tratta di una mostra/mercato dei prodotti tipici della zona e della stagione particolarmente curata e rinomata per le suggestive atmosfere che riesce a creare. Vengono tramandate da una antica tradizione la processione del Venerdì santo, rievocazione in costume della Deposizione del Cristo, e la festa della Madonna del Sangue a fine maggio con le decorazioni del paese con infiorate ed opere di “madonnari”. In estate l’Amministrazione comunale e la Pro Loco organizzano rassegne, mostre e spettacoli serali, stands gastronomici ed escursioni: nella prima settimana di agosto si tiene la rassegna di burattini a guanto “In Girone baracca e burattini”. Nel periodo natalizio c’è poi la tradizionale “befana cantata” la vigilia del 6 gennaio.

ENGLISH VERSION
HANDCRAFT chairs.

TYPICAL PRODUCTS cheese, sausages, buns, Eastern cakes, chestnuts, mushrooms, truffles.

CELEBRATIONS The most important happening is the festival of underwood fruits and artistic handcraft, held on the second weekend of October. It deals with the exhibition and market of the typical products of the area and of the season, and it is particularly famous thanks to its atmosphere. On the Good Friday the procession takes place, together with the representation in costume of Bible events. At the end of May there is the feast of the Madonna del Sangue: in this occasion the town is decorated with pictures made with flowers. In summer the Administration and the Pro Loco association organize reviews, exhibitions, shows and excursions: on the first week of August there is “In Girone baracca e burattini”, a series of puppet shows. On January 6 a traditional feast celebrates the Epiphany.

Palazzo Portinari

Fabbricato nel XV secolo poi sopraelevato e trasformato, presenta un portale bugnato e finestre al primo ordine bugnate. Al suo interno conserva un camino con scolpita una data quattrocentesca.
COME RAGGIUNGERLO In auto percorrendo la S.S. 67 tosco-romagnola a circa 35 km da Forli. INFORMAZIONI Fabbricato nel XV secolo poi sopraelevato e trasformato, presenta un portale bugnato e finestre al primo ordine bugnate. Al suo interno conserva un camino con scolpita una data quattrocentesca. La tradizione vuole che il Palazzo sia appartenuto a Folco Portinari, padre di Beatrice, l’amata di Dante Alighieri. Il Palazzo è oggi residenza privata.

Il vulcano di Monte Busca

(A circa 7 chilometri da Portico sulla strada per Tredozio, a 70 metri dalla casa colonica Ca’ Forte) Portico possiede nella sua zona, esattamente sul monte Busca, quello che è comunemente definito il più piccolo vulcano d’Italia. Di fatto, quel fuoco che brucia senza sosta altro non è se non una emanazione di idrocarburi gassosi, già citati nel XVI secolo e di cui, in un recente passato si è tentato anche l’utilizzo.

Il ponte di Portico

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: